rassegna stampa - I segreti di arlecchino

RASSEGNA STAMPA
I SEGRETI DI ARLECCHINO

“Senza effetti speciali uno straordinario interprete dai mille volti
Bonavera è una forza della natura, plastilina pura che si adatta in pochi secondi alla maschera che indossa.
Bellissimo spettacolo, intelligente, coinvolgente, costruito con sapiente equilibrio fra scene recitate e scampoli di storia”

Alessandra Agosti  – Il Giornale di Vicenza

Agile, convincente e in grado di mantenere, da solo, l’attenzione di un’intera platea per quasi due ore consecutive, Bonavera ha sorpreso e affascinato il pubblico dello Stabile dimostrando di possedere, oltre alla maestrìa derivante dalla pluriennale esperienza, grande consapevolezza, energia e passione.

Il giornale di Sicilia

Enrico Bonavera ci ha regalato una serata da ricordare. Un grande attore a tutto campo, con la capacità di raccontare cose belle e intelligenti: con la voce, con il corpo e con il cuore appassionato di chi ama quello che fa

Maurizio, spettatore allo Spazio Tertulliano, Milano

“… Il pubblico Di Bolzano, come quelli di tutte le città del mondo in cui l’attore ha tenuto questa sua vivace lezione di teatro, ha tributato ad Enrico Bonavera un meritatissimo trionfo gratificandolo con le risate, appludendolo ripetutamente a scena aperta e chiamandolo più volte alla ribalta”

U. Gandini, Alto Adige

“Attore, interprete eccezionale nel panorama della prosa contemporanea per le sue capacità fisiche da ginnasta e da mimo, Bonavera accompagna il pubblico in una incursione nel mondo delle maschere…”

M. Caracciolo, Sipario

“grande confortante successo di Enrico Bonavera… Il teatro ha saputo per una volta parlare di sé senza la minima enfasi, dimostrando che si può suscitare in un’ora e tre quarti di monologo colto ed intelligente, l’entusiastico consenso del pubblico”

Dario G. Martini, Il Corriere Mercantile

“Che serata memorabile ci ha regalato questo grande attore genovese che si é fatto ossa e cuore, raffinata professionalità… I Segreti Di Arlecchino è tra gli eventi teatrali più significativi della stagione…..”

Giuliana Manganelli, Il Secolo XIX